FANNY HILL, MEMORIE DI UNA DONNA DI PIACERE.

Ogni mio sguardo e gesto emanavano quell’innocenza che gli uomini cercano con tale ardore nelle donne, per nessun altro fine che il piacere della sua distruzione“.

John Cleland è l’autore di questo romanzo settecentesco dal titolo cristallino: fu arrestato dopo la sua pubblicazione e la sua opera fu censuratissima, tanto da essere ritenuto oggi il primo vero romanzo pornografico inglese.

Certo, il livello di disinibizione – almeno pubblica – è molto cambiato dal settecento ad oggi, per cui vi assicuro che non c’è nulla che possa sconvolgere un lettore contemporaneo. Ma se si pensa all’epoca in cui è stato scritto, allora è tutta un’altra storia.

Il racconto di compone di due lettere scritte della protagonista, Fanny, una giovane ragazza, povera e orfana, che si trasferisce a Londra in cerca di fortuna e trova una vita ben diversa da quella che si sarebbe immaginata.

Il punto di forza è la narrazione: nonostante si parli della vita di una prostituta, con tutte le brutture che questa può comportare, Cleland non perde mai l’eleganza. Vengono descritte meschinità e atti sessuali senza la minima volgarità, a suggerire una visione alquanto fatalista della vita: nella vita le cose accadono, si può soccombere o reagire.

Un altro pregio è dato dal fatto, non trascurabile, che le lettere paiono davvero scritte da una donna. La delicatezza della narrazione, dei pensieri, rende difficile credere che Fanny Hill sia stato scritto da un uomo. Non si scade mai nella volgarità, tratto che non lo allontana parecchio dall’idea di pornografia moderna.

Ci sono diverse scene di sesso, questo sì, ma mai fini a se stesse. E, infatti, in conclusione del romanzo si comprende il fine dello stesso: il paragone tra vizio e virtù. Attenzione però: non c’è alcuna condanna del vizio, al massimo un velo di compassione per chi ne è afflitto. E credo che questo rappresenti la vera rivoluzione di questo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...