VERRANNO A CHIEDERTI DEL NOSTRO AMORE.

De Andrè non ha bisogno di presentazioni.

Quando sento dire “Ah, De Andrè non mi piace, non fa per me”, penso che se non ti piace c’è solo una possibilità: non l’hai capito.

Non è questione di genere musicale, è questione di espressione, è uno di quei rari casi di uomini che sanno mettersi a nudo e mettere a nudo le emozioni più profonde che si celano dietro le cose apparentemente banali.

De Andrè ha fatto poesia su prostitute, nani, matti, re e chi più ne ha più ne metta. Ha giocato con le parole e con esse ha centrato i più grandi problemi emotivi ed esistenziali, oltre che politici e morali, che ci fanno arrovellare anche quando non ce ne accorgiamo, sbattendoceli in faccia sotto forma di dolci-amare melodie.

…farai l’amore per amore
o per avercelo garantito?

Andrai a vivere con Alice che si fa il whisky distillando fiori,
o con un Casanova che ti promette di presentarti ai genitori,
o resterai più semplicemente
dove un attimo vale un altro
senza chiederti come mai
.

Continuerai a farti scegliere
o finalmente sceglierai?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...