L’ULTIMO SHOPPING.

Non l’ultimo ultimo. Ma sicuramente l’ultimo prima del ritorno della zona arancione.

Sabato ho deciso che, anche approfittando dei saldi, avrei chiuso la parentesi zona gialla comprando qualcosa di nuovo per andare in ufficio.

Ho anche deciso che avrei provato ad osare un pochino e così, oltre un classico paio di pantaloni neri, ho comprato 3 capi che di norma considererei “non troppo da me”.

Il primo capo è una tuta pseudo-elegante nera con pantalone a 3/4. Il secondo capo è un blazer azzurro, tanto per alternarlo ai miei blazer neri. L’idea di partenza era di trovare un blazer classico a quadretti neri e marroni, ma quando ho visto questo mi son detta: sono bianca come Casper, lo vogliamo prendere per una volta un colore che si sposi bene con la carnagione e gli occhi invece di comprare tutto nero o neutro?! Infine, ho preso una blusa bianca con un colletto arricciato molto particolare, oserei quasi dire regale.

E sapete cosa vi dico? Ho provato soddisfazione. Sì perchè io sono uno di quei casi fuori standard di donna che non ama lo shopping. Di solito mi annoia, ma soprattutto mi frustra. Per non parlare del fatto che odio la pressione delle commesse che ti stanno col fiato sul collo. Invece oggi sono riuscita a comprare ben quattro capi in un pomeriggio: un record senza precedenti. Quattro capi che non replicano in alcun modo quelli già presenti nel mio armadio. E per di più anche ad un prezzo giusto.

Che ci volete fare? In tempo di pandemia bisogna trovare la soddisfazione nelle piccole gioie. O forse bisogna imparare a riconoscerle queste piccole gioie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...