UNA MAESTRA NON PUO’ FARE SESSO.

#provocazione

Premetto che non voglio entrare nel merito della faccenda giudiziaria, ma questa storia della maestra licenziata a causa di un filmino hard diffuso dal fidanzato e da un amico idiota di questo mi ha fatta abbastanza arrabbiare. Arrabbiare, non sorprendere, perchè è più che ovvio che certe cose restino un tabù.

Mi sono arrabbiata ancora di più quando ho letto l’intervista al suddetto amicone del fidanzato che ha più volte ripetuto che non era colpa sua: lei è una maestra e una maestra certe cose non le fa.

Forse non è ben chiara una cosa: il lavoro è lavoro, la vita privata è vita privata. Con le dovute eccezioni: chiaro che non intendo che una maestra (o chiunque altro) possa commettere crimini senza che questi abbiano ripercussioni lavorative, ma il punto è proprio questo: lei non ha commesso alcun crimine.

Forse è stata ingenua a fidarsi del fidanzato, ma ciò fa di lei una cattiva maestra? Fa di lei una pervertita non idonea a lavorare con dei bambini? Non credo proprio, anzi, sono certa che non sia così.

E qui voglio fare un’altra premessa: io non manderei mai un video hot a qualcuno. Forse perchè sono così io e mi creerebbe disagio, forse perchè con quel che ho studiato sono diventata paranoica. Il punto, però, non è se noi lo faremmo o meno, come pare invece essere dai tanti commenti che ho letto sulla questione. Ok, magari non è stata una scelta prudente, ma ragazzi, viviamo nell’era dei social: con gli smartphone ci si scambia di tutto, dai miliardi -magari! – alle foto e i filmini hard!

Il punto dovrebbe essere: di che persone stiamo parlando? Perchè se lei è ingenua, il fidanzato e l’amico sono degli str***i, che mi pare un difetto più grave.

Il peggio poi è che, come spesso accade, il pudore femminile, dove conviene, non viene imposto solo dagli uomini. Se ho ben capito la faccenda è andata così: l’amico del fidanzato ha riconosciuto nel video la maestra di sua figlia e ha condiviso il filmato con la moglie. Che a sua volta l’ha condiviso con le madri degli altri alunni e poi con la direttrice dell’istituto. Ah, credo di aver letto anche che, da brava moglie timorata di Dio, questa donna abbia anche parlato con la maestra per dirle che certe cose non si fanno.

E chi lo va dire ora alla figlia di questi due che è nata per immacolata concezione?

7 pensieri riguardo “UNA MAESTRA NON PUO’ FARE SESSO.

  1. Non voglio entrare neanch’io nel merito se le maestre possano o meno fare sesso (la risposta è ovviamente positiva), ma la prima cosa che ho pensato, leggendo la notizia, è stata: è mai possibile che una donna adulta (non parliamo di una ragazzina di 15 anni, innamorata e ingenua) sia così sprovveduta da mettere in giro delle immagini così private e personali? Come si fa a fidarsi così ingenuamente degli uomini, da pensare che non le mostreranno?
    Con questo non voglio colpevolizzare la vittima, per carità, però se non ci difendiamo noi per prime, avendo cura di noi stesse, nessun altro se ne preoccuperà, tanto meno l’ennesimo maschio arrapato.

    "Mi piace"

    1. Però il discorso è proprio che non ci si può spingere al di là di questa considerazione che hai fatto e che parzialmente condivido! Come ho scritto, lei è stata ingenua, ma è lui ad esser stato stronzo e ad aver commesso un atto punibile (e che spero sia punito)! Dire che il comportamento di lei non è stato dei più saggi è un conto, e mi pare legittimo, dire che è colpa sua e che le sta bene è un altro! E ne ho letti di commenti di quel tipo!

      Piace a 1 persona

      1. No, per carità, non è stata colpa sua. Lui, anzi loro, sono gli idioti, non ultima la mamma che è andata dalla preside, e ci metterei anche la preside. Volevo solo dire che noi donne dobbiamo farci un po’ più furbe, stare sempre sulla difensiva e non fidarci di nessuno, mariti compresi. Non si sa mai…

        Piace a 1 persona

      2. Su questo concordo, anche è una triste verità. Nel senso che pare che a noi donne spetti sempre un’attenzione extra: dobbiamo stare attente se usciamo la sera da sole, se mettiamo un vestito troppo corto, se beviamo un bicchiere in più, se accettiamo aiuto da qualcuno che non conosciamo bene…e pure quando mandiamo foto a qualcuno con cui abbiamo una relazione. Un’ansia continua insomma!

        Piace a 1 persona

  2. a me pare lampante che i due amiconi, diffusori del filmato, debbano essere perseguiti penalmente.
    insomma la croce non la farei portare alla maestra ma la darei in testa a questi due individui scellerati e a tutti quelli che in nome della salvaguardia di morale e famiglia fanno girare in rete il filmato dopo averlo guardato con fare scandalizzato e modo pruriginoso.
    ml

    Piace a 1 persona

    1. Non posso che concordare in toto. Purtroppo le persone non sanno più distinguere la legittimità di un’opinione pensata dall’illegittimità di un giudizio espresso, per di più sul web. C’è una bella differenza tra pensare che lei avrebbe potuto essere più prudente e condannarla, per di più giustificando i due galletti e la loro “goliardata”. Sulla moglie/mamma moralista non so nemmeno cosa dire.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...